Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

“Pensieri e custodia del Cuore”

presso il Centro Russia Ecumenica , a Borgo Pio,141 a due passi da San Pietro,   a cura dell’Associazione Anagogia proseguono   “I Colloqui di Borgo Pio” “ dal Visibile all’Invisibile”2013-2014 Programma di incontri dedicati al tema: “Custodire il Creato”   gli Angeli e l’Uomo nell’ Iconografia, nell’Arte, nel Pensiero " Ogni filo d'erba   ha un proprio Angelo che lo incoraggia sussurrandogli:   Cresci!"     Una riflessione   che si snoda   in 6 incontri , da ottobre 2013   ad   aprile 2014, dalla   filosofia   alla psicologia, dalla antropologia all’arte, dalla musica alla iconografia d’oriente e d’occidente. . Il filo conduttore, è il superamento   del dualismo che lacera   la coscienza contemporanea   e la nostra visione   della realtà,   è l’ esplorazione di quella   “linea di confine” che come una finestra, come una iconostasi , separa ed unisce Visibile ed Invisibile, interiore ed esteriore, Cuore e   Mente. IV Incontro GIOVEDI’

Gli Angeli musicanti nella Tradizione e nella storia

Immagine
Renato Criscuolo-   conferenza del 13 dicembre 2013 presso Centro Russia Ecumenica   Quando l’associazione Anagogia mi ha proposto questo tema, mi sono chiesto : che c’entra la salvaguardia del   Creato con gli Angeli musicanti? La salvaguardia del creato è sempre stata tra le mie priorità, sono iscritto all’associazione cattolici vegetariani, sono musicista e musicologo studioso di strumenti antichi e ho fatto qualche studio di iconografia musicale e gli Angeli musicanti li conosco abbastanza bene. Ma non avevo mai collegato le due cose. E’ stato molto interessante per me perché vi confesso che non avevo mai pensato di collegare   gli Angeli musicanti con la tutela della creazione. Ho dunque fatto un percorso di approfondimento della relazione tra le Intelligenze angeliche, la musica e la creazione, che vi ripropongo stasera. Il primo punto che ho esaminato è il rapporto tra la musica e la creazione. Se ci pensate bene, la musica è una di quelle arti che non esiste in