Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Silvano Panunzio (16 maggio 1919 -10 giugno 2010 )

Immagine
"L'uomo è continuamente circondato da simboli, ne vive immerso come nell'aria che respira, ma - al giorno d'oggi -sempre più di rado se ne accorge." da "Contemplazione e simbolo", Cap I -L'alfabeto muto- pag. 1   Ed. Volpe Roma 1975 Silvano Panunzio, nacque a Ferrara il 16 maggio 1919. Figlio di Sergio Panunzio, giurista, filosofo e politico, (1886-1944), Silvano si dedicò giovanissimo allo studio della metafisica occidentale e orientale in particolare dell’India. Studioso della Tradizione e della Simbolica universale, appassionato di mistica ed innamorato di Cristo, fin da giovane lesse i testi della più alta mistica (da Bonaventura fino a Padre Pio da Pietralcina,). Decisivi furono poi gli incontri con due eccezionali personalità : Eugenio Zolli (giá Rabbino-capo della comunità ebraica di Roma, convertitosi al cristianesimo) e poi Padre Agostino Zanoni, Priore dell’ Abbazia di Farfa. Collaborò a importanti riviste italiane quali